L’ECO DI UMBERTO

Teatro Quirino 6 Febbraio 2012 “L’ECO DI UMBERTO” La musica infinita del Maestro Bindi Teatro-Canzone di e con Gian Piero Alloisio dedicato all’opera inedita di Umberto Bindi. Gian Piero Alloisio Voce, Chitarre, Armonica, Kazoo. Mario Arcari Clarinetto, Oboe, Flauti. Barbara Bosio Violino. Dino Stellini Piano, Tastiere. Produzione: A.T.I.D. con il sostegno del Comune di Genova. Le grandi storie si raccontano in poche parole e quella di Umberto Bindi si può dire così: un grande musicista, dopo aver conosciuto per alcuni anni il successo internazionale, non viene più pubblicato. Lui però continua a comporre, con un pianoforte sempre più scordato, e registra le sue canzoni su un vecchio mangianastri a pile. Vive gli ultimi anni in povertà  e alla sua morte lascia centinaia di brani inediti. Alloisio canta e racconta Bindi. Il drammaturgo e cantautore Gian Piero Alloisio, per anni collaboratore di Giorgio Gaber, Francesco Guccini, Emanuele Luzzati nonché autore di canzoni e commedie di successo, ha recuperato le registrazioni lasciate da Bindi e ora ci racconta, in un avvincente percorso musicale e teatrale, la vita del primo cantautore italiano. “L’eco di Umberto…” racconta Bindi utilizzando le sue canzoni inedite, le sue stesse parole registrate, i suoi scritti, le foto del suo archivio. Racconta il successo di un grande artista, la sua emarginazione dovuta in parte all’omofobia dell’Italietta degli anni ’60 e in parte al suo stile musicale troppo “colto” per un mercato che è andato via via imbarbarendosi. Racconta la vita di un uomo dolce e indifeso colpito dalla morte improvvisa della madre, uccisa per caso da una pallottola. Racconta anche di Luigi Tenco e degli artisti che forse non hanno più spazio in questa società  dove tutto è spettacolo.

Post Your Comment

Segui per mail

Sottoscrivi per ricevere per email gli aggiornamenti

Site Traffic

Hits

Pages|Hits |Unique

  • Last 24 hours: 705
  • Last 7 days: 9.097
  • Last 30 days: 37.677
  • Online now: 4
Traffic Counter